Nightguide intervista Elza

Nightguide intervista Elza


Elza è una cantautrice nata in Russia, cresciuta in Israele e attualmente residente in Canada: gli spostamenti hanno avuto un impatto sulla sua vita e la sua musca, e l'hanno ispirata a scrivere e a comporre: li racconta in Nothing's wrong, il suo nuovo album. Abbiamo parlato con lei del disco, di cosa le fa venire voglia di scrivere musica e della sua musica stessa.


Prima le cose importanti: ci racconti qualcosa su Nothing's wrong, il tuo nuovo disco? A cosa ti riferisci nel titolo, è una specie di rassicurazione?
I miei frequenti spostamenti hanno sicuramente avuto un impatto su di me, mi hanno ispirato, e sono uno dei temi dell'album, ma le canzoni non parlano di un'unica cosa. Lascio che gli ascoltatori traggano la conclusione sul titolo dopo aver ascoltato il disco e averne tratto il loro personale significato.


Sei nata in Russia, cresciuta in Israele e ora vivi in Canada: hai interiorizzato tutti questi viaggi nella tua musica, e come?
Ho imparato che siamo il prodotto del nostro ambiente: i cambi drastici di ambiente hanno causato in me molta confusione, uno scontro fra percezione e realtà che è sicuramente filtrato nelle canzoni sia di questo disco che nelle uscite precedenti.


Ho letto che hai scoperto la musica alternativa in Israele: ci racconti qualcosa della scena musicale di quel paese, visto che in Europa è difficile poterla ascoltare?
La scena musicale di Israele è molto eclettica e diversificata, Tel Aviv è particolarmente ricca di talenti musicali. Registrare li questo disco con produttori e tecnici del suono locali è stata un'esperienza magnifica.


Ho letto che la tua musica è “fatta a mano”: che significa?
Passo un sacco di tempo a scrivere, comporre e produrre la mia musica. Nothing's wrong ci ha messo due anni a prendere forma prima di essere finalmente pronto per lo studio.


C'è un tour in arrivo? Ti vedremo in Italia?
Un tour è nei piani del 2019, e sarò molto felice di suonare in Italia!


Hai qualche consiglio per i ragazzi che iniziano a suonare adesso?
Considero me stessa un'aspirante artista tuttora, quindi non sono sicura di poter dare consiglii. Se dovessi, però, sarebbe quello di conoscere i vostri obiettivi e ricordarvi periodicamente del perchè lo state facendo.


Quali sono i tuoi tre album preferiti?
Sono sicuramente più di tre, ma questi sono un must-have per me: Mezzanine dei Massive Attack, Kid A dei Radiohead e Stories from the city, stories from the sea di PJ Harvey.

elza, interviste, interviste emergenti, interviste musica, nothing's wrong

Articoli correlati

Interviste

Nightguide intervista lup...

18/04/2019 | luigirizzo

 lupo è il progetto acoustic-folk di chicco bedogni, polistrumentista reggiano già chitarrista, tastierista e voce nella band post-rock amprive (fluttery records, usa...

Interviste

Nightguide intervista nul...

16/04/2019 | luigirizzo

Il nuovo album di nularse “sospesi ” è il fermo immagine di un oggetto lanciato in aria all'apice della traiettoria. Un limbo in cui la nostalgia gioca con il futuro...

Interviste

Nightguide intervista gli...

14/04/2019 | luigirizzo

All them witches, la band psych-rock sperimentale, dopo aver pubblicato il quinto album in studio atw il 28 settembre per new west records, torna finalmente in italia per...

2445150 foto scattate

16223036 messaggi scambiati

787 utenti online

1254 visitatori online